Satelliti Meteorologici

 

Satelliti Meteorologici
Un'introduzione sui satelliti meteorologici geostazionari e polari

Introduzione
I satelliti, a differenza di tutti gli altri sistemi impiegati dai meteorologici, consentono di acquisire informazioni essenziali al fine delle previsioni del tempo, in quelle zone della terra (oceani, zone costiere) dove gli strumenti tradizionali risultano essere inefficaci. I satelliti presentano due grossi vantaggi: acquisiscono un gran numero di immagini e hanno un ottima risoluzione spaziale (1-8 km). Presentano però anche degli svantaggi: hanno una scarsa risoluzione verticale con la difficoltà di assegnare determinate caratteristiche ad un particolare livello dell'atmosfera, ed il fatto che misurano la radiazione emessa, la quale deve essere convertita in qualcosa di più utile e di più facile interpretazione. Spesso i dati acquisiti con i satelliti vengono impiegati per l'inizializzazione dei modelli matematici.

Satelliti Geostazionari
Che cosa significa geostazionario? Significa che si muove alla stessa velocità della terra. La velocità alla quale un oggetto in orbita intorno alla terra si deve muovere, dipende dalla sua distanza dalla terra stessa. Un oggetto vicino alla terra si deve muovere, per rimanere in orbita e non cascare, ad una velocità maggiore rispetto ad un oggetto che si trova su un'orbita più lontana. Alla distanza di circa 36000 km dalla terra la velocità orbitale di un oggetto coincide con la velocità di rotazione della terra, in altre parole l'oggetto compie una rotazione completa in 24 ore. Un satellite posto sulla verticale dell'equatore a questa distanza rimarrà stazionario sopra questa area, muovendosi in maniera solidale con la terra. L'animazione qui sotto, sebbene non in scala, illustra questo principio. Si può notare come il satellite in rosso si muove con la stessa velocità di rotazione della terra.

Satelliti Polari
Un'altro genere di satellite è il satellite polare. Tipicamente, hanno un orbita molto piu vicina alla terra (velocità maggiore) rispetto a quelli geostazionari. I satelliti polari, come dice il nome stesso, hanno un orbita che passa sopra i due poli della terra. Spesso sono allineati con il sole cosicché passano su differenti zone della terra alla stessa ora del giorno. Poiché sono molto vicini alla terra hanno una notevole risoluzione spaziale. Purtroppo per una stessa zona forniscono al massimo due immagini al giorno e quindi difficilmente vengono impiegati per le previsioni del tempo.